Archivio News
Dal 1 settembre 2013 al 30 settembre 2013

GOLPE IN CILE, INCONTRO CON SINDACO DI SANTIAGO: "MEMORIA
02-09-2013
Milano, 30 AGO - "Ci impegneremo insieme alla Giunta per sostenere la trasferta della Orchestra Verdi in Cile, per ripetere il sodalizio musicale realizzato qui a Milano". C'è anche questa promessa tra i punti trattati dal Presidente del Consiglio regionale Raffaele Cattaneo in occasione della conferenza stampa con il Sindaco di Santiago del Cile, Carolina Tohà Morales. Continua >

NUOVE POSTAZIONI TECNOLOGICHE GIÀ DA PRIMA SEDUTA
02-09-2013
NUOVE POSTAZIONI TECNOLOGICHE GIÀ DA PRIMA SEDUTA (OMNIMILANO) Milano, 30 AGO - Riprenderanno con l'Aula "rinnovata nelle tecnologie", i lavori del Consiglio Regionale. Gia' nella prima seduta dopo la pausa estiva, il 10 settembre, sara' infatti attivo il nuovo sistema informativo e di voto per i consiglieri. Ad anticiparlo a Omnimilano, il presidente del Consiglio Regionale Raffaele Cattaneo (Pdl) parlando delle novita' e delle priorita' dell'Aula per l'autunno. Continua >

Aula più moderna ed efficiente, senza costi aggiuntivi
10-09-2013
Milano 10 settembre – Riduzione del 25% delle spese telefoniche, oltre 100 mila fotocopie in meno ogni anno e riduzione delle missioni, attraverso un sofisticato sistema di videoconferenza e room combining che consente il collegamento fino a 800 utenti dislocati in sedi diverse, insieme alla possibilità di traduzione simultanea. I consiglieri regionali della Lombardia, alla prima seduta dopo la pausa estiva, hanno trovato questa mattina un’Aula consiliare con una dotazione tecnologica completamente rinnovata, che migliora lo svolgimento dei lavori, rende più rapide le operazioni di voto e permette di riprodurre testi sul nuovo display (5 pollici touch screen) delle singole postazioni senza ricorrere alla riproduzione di migliaia di fotocopie. “II restyling, avvenuto nel corso del mese di agosto, porta con sé risparmi in termini di tempo e di risorse derivati dall’installazione del nuovo apparato tecnologico della nuova Aula Consiliare che da oggi è più moderna ed efficiente senza costi aggiuntivi” . Lo conferma il Presidente del Consiglio regionale della Lombardia Raffaele Cattaneo che, insieme all’Ufficio di Presidenza, ha presentato alla stampa gli esiti di questo intervento. UN’AULA MULTIMEDIALE, COLLEGATA CON L’ESTERNO - Le novità riguardano i tabelloni sinottici (che potranno essere utilizzati anche per video-conferenze o riunioni con collegamenti da remoto), le postazioni della Presidenza e dei Consiglieri (dotate di display, nuovo sistema microfonico e di votazione, con l’introduzione del tasto multifunzione), ma anche tutta la strumentazione tecnologica, resa più funzionale, sull’esempio di quelle delle Aule parlamentari più evolute e utilizzata anche dal Parlamento nazionale. Il sistema di ripresa e videoproiezione garantisce l’acquisizione di immagini (da visualizzare in streaming sul web) da inviare alla mediateca e a tutti i sistemi multimediali, a beneficio dell’archivio informatico dei lavori dell’Aula, della pubblicizzazione e della trasparenza degli stessi. L’Aula è stata inoltre dotata di strumenti per la traduzione simultanea per fare da supporto a ospiti o eventi e videoconferenze internazionali. L’INTERVENTO - L’adeguamento tecnologico dell’Aula consiliare – le strumentazioni erano vecchie di otto anni e non erano mai state sostituite – è parte di un intervento che riguarda tutte le sedi di Regione Lombardia, compreso Palazzo Pirelli e gli enti del sistema, permettendo di mettere in collegamento a costo zero 6000 utenti (in precedenza, contratti differenti riguardavano da un lato i 3000 utenti della Giunta e dall’altro quelli di sedi ed enti distaccate). “Gli obiettivi dell’operazione sono molteplici – ha proseguito Cattaneo – da una parte sostituire materiale tecnologico ormai obsoleto, rendendo il Consiglio regionale lombardo al passo con i tempi, dall’altra creare risparmi. Penso alle spese telefoniche: da sede a sede si comunicherà tramite rete interna, con un risparmio complessivo annuo del 25% per il solo Consiglio regionale. Inoltre, con l’introduzione della banda larga, promuovere la de-materializzazione, evitando di utilizzare fogli di carta, che per le sedute consiliari sono circa 100.000 all’anno. Infine, facilitando la comunicazione tra tutte le sedi (‘Pirellini’, uffici di Roma e Bruxelles compresi) ridurre significativamente anche i costi di missione”. IL SISTEMA “MINUZIE”– Un’importate introduzione è rappresentata dal nuovo software sulla postazione di ogni singolo Consigliere che permette di leggere, riconoscere e gestire le minuzie (in media 15 punti del singolo dito che non costituisce dato sensibile), sufficienti al sistema di gestione per l’individuazione del Consigliere. Questo sistema potrà essere utilizzato per verificare la presenza in Aula e l’abilitazione al voto. COSTI E BENEFICI – Grazie alle economie di scala e alle sinergie derivanti dall’accorpamento di tutti i fabbisogni degli enti di Regione Lombardia, gli interventi di adeguamento dell’Aula e delle sale Commissioni – che costituiscono l’ultima tappa di un’operazione di rinnovamento iniziata nel 2011 – non generano costi aggiuntivi per il Consiglio regionale, ma sono ricompresi nel canone complessivo annuale, allineato a quanto speso in precedenza per la gestione dell’infrastruttura di rete e per la gestione delle Aule: 600 mila euro totali che il Consiglio versa alla Giunta, comprensivi dei costi delle apparecchiature, della gestione, manutenzione, sicurezza e assistenza365 giorni all’anno, non solo dell’Aula ma di tutto il Palazzo, sostituzione strumentazione, attività straordinaria per convegni particolari o altri eventi. Il passaggio ad un modello di outsourcing rispetto all’acquisto di tecnologia e alla sua gestione in house (suddiviso su vari contratti) produce notevoli benefici in termini di costi e funzionalità. In primo luogo il livello del servizio è garantito negli anni attraverso un costante aggiornamento della tecnologia. E i costi di gestione sono stabilizzati e certi per tutta la durata del contratto e non dipendono dal mutare delle esigenze di manutenzione. IL RINNOVAMENTO DEL PALAZZO – “Questo restyling fa parte dell’operazione valorizzazione di Palazzo Pirelli e della sua Aula consiliare, che diventeranno così sempre più moderni ed efficienti. Rendere il nostro Consiglio regionale l’Aula parlamentare più efficiente e funzionale del Paese è un obiettivo programmatico che avevo indicato nel mio discorso d’insediamento. Oggi si compie un passo importante in questa direzione”, ha concluso il Presidente. Continua >

Premio Buona Politica a Doriano Aiolfi, sindaco di Bagnolo Cremasco
10-09-2013
Milano, 10 settembre 2013 – Doriano Aiolfi, quarantenne, avvocato, cremasco di nascita, sindaco di Bagnolo Cremasco dal 2009, è stato premiato questa mattina in Consiglio regionale dal Presidente Raffaele Cattaneo (PdL) e dagli altri componenti dell’Ufficio di Presidenza. “Riprendiamo i nostri lavori dopo la pausa estiva con un altro appuntamento dell’iniziativa “Un Consiglio per la buona politica” –ha detto Cattaneo aprendo la seduta e presentando Aiolfi-. Son ad oggi cinque i sindaci che hanno ricevuto il riconoscimento del Consiglio regionale per essersi contraddistinti nel loro non facile compito di amministrare il bene comune nell’interesse delle proprie comunità". Continua >

Consiglio regionale commemora Steno Marcegaglia, nel 2008 premiato col Sigillo longobardo
10-09-2013
Milano, 10 settembre 2013 – Questo pomeriggio il Consiglio regionale ha osservato un minuto di silenzio per commemorare Steno Marcegaglia, fondatore dell’omonimo gruppo dell’acciaio di Gazoldo degli Ippoliti. Continua >

Cantiere perfettamente operativo: avanti per superare le criticità
11-09-2013
Milano, 11 settembre - "La Pedemontana sta andando avanti e la visita di oggi al cantiere di Gazzada lo conferma -ha commentato il Presidente del Consiglio Raffaele Cattaneo durante la visita ai lavori di realizzazione dell'autostrada Pedemontana con il Presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni, l'Assessore alle Infrastrutture e Mobilità Maurizio Del Tenno, i vertici di Pedemontana e Pedelombarda e gli amministratori del territorio-. Un cantiere perfettamente operativo che ci rende ottimisti sulla conclusione di un'intera infrastruttura strategica per il territorio lombardo". Raffaele Cattaneo ha ribadito infine la necessità di proseguire con la realizzazione dell'intera opera. "Le criticità ci sono da sempre, come è normale quando si tratta di opere di tale complessità, ma queste saranno superate, andando avanti con i lavori e facendo la giusta operazione di 'pressing' con le banche e con i soci che devono fare anch’essi la loro parte -ha concluso il presidente Cattaneo-. Possiamo essere comunque fiduciosi sulla conclusione dell’opera”. Continua >

Cantamessa: gratitudine per l’insegnamento che stiamo ricevendo
16-09-2013
Trescore Balneario (BG) 14 settembre – “Un atto di carità che testimonia quanto può essere grande e generoso l’animo umano e quanto germoglia ancora la pianta del bene nella terra lombarda, fertile di solidarietà”. Sono queste le parole del Presidente del Consiglio regionale della Lombardia, Raffaele Cattaneo che oggi pomeriggio ha partecipato ai funerali di Eleonora Cantamessa, la ginecologa di 44 anni, uccisa domenica 8 settembre a Chiuduno (Bergamo) mentre soccorreva Kamur Baldev. “Eleonora, che con il suo slancio d’amore verso il prossimo ha sacrificato la sua vita nel tentativo di salvarne un’altra, ci lascia un esempio di pura gratuità e al tempo stesso di eroismo civile che ha molto da insegnare al nostro egoismo. Un atto che lascia stupefatti, scuote la nostra indifferenza quotidiana e pungola la nostra umanità come solo sa fare la grandezza semplice dell’amore. Alla famiglia della dottoressa, in particolare alla madre Mariella e al padre Silvano, vanno la mia personale vicinanza, insieme a quella del Consiglio regionale, e la gratitudine per l’insegnamento di civiltà che stiamo ricevendo. Un pensiero va anche alla famiglia di Kamur, barbaramente ucciso in circostanze ancora da chiarire”. Nella prossima seduta il Consiglio regionale vuole ricordare l’atto eroico di Eleonora Cantamessa, invitando i suoi famigliari, per celebrare la sua testimonianza di impegno civile, di coraggio e di altruismo. Continua >

Positiva ulteriore agevolazione della carta sconto benzina
18-09-2013
Milano, 17 settembre - "È positivo che si possa avere un'ulteriore agevolazione sulla benzina per i territori di confine di Como, Varese e Sondrio, in un momento di crisi come quello che le nostre famiglie e le nostre imprese stanno affrontando" lo dichiara il Presidente del Consiglio regionale Raffaele Cattaneo in merito all'iniziativa presentata in Consiglio regionale. Continua >

Il Consiglio regionale ha ricordato il sacrificio di Eleonora
18-09-2013
Milano, 17 settembre 2013 – “Questi atti di carità testimoniano quanto può essere grande e generoso l'animo umano e quanto germoglia ancora la pianta del bene nella terra lombarda, fertile di solidarietà”. Con queste parole il Presidente del Consiglio regionale, Raffaele Cattaneo, ha accolto in un’Aula consiliare gremita e commossa i genitori e il fratello di Eleonora Cantamessa – la ginecologa bergamasca uccisa mentre prestava soccorso ad un uomo gravemente ferito nel corso di una rissa l’8 settembre scorso a Chiuduno (Bg) – e i due ragazzi bergamaschi, Jacopo Caccia e Nicola Bertasa, che hanno salvato due giovani dalla loro auto in fiamme dopo un incidente per consegnare loro una targa e una pergamena in ricordo dei loro gesti eroici. “Il Consiglio regionale –ha detto ancora il Presidente Cattaneo- vuole ricordare due atti eroici, celebrando due testimonianze di impegno civile, di coraggio e di amore per il prossimo”. A ritirare il riconoscimento civico ad Eleonora Cantamessa c’erano la mamma Mariella, il papà Mino e il fratello Luigi accompagnati dal Presidente della Provincia di Bergamo, Ettore Pirovano, e dai sindaci di Chiuduno, Stefano Locatelli e di Trescore, Alberto Finazzi. “Eleonora, come ci ha ricordato il papa, -ha detto il Presidente Cattaneo- ha compiuto il gesto della “buona samaritana”: con il suo slancio d'amore verso il prossimo ha sacrificato la sua vita nel tentativo di salvarne un'altra, ci lascia un esempio di pura gratuità e al tempo stesso di eroismo civile che ha molto da insegnare al nostro egoismo. Un atto che lascia stupefatti, scuote la nostra indifferenza quotidiana e pungola la nostra umanità come solo sa fare la grandezza semplice dell'amore. Mariella e Silvano, a cui va tutta la vicinanza del Consiglio regionale, ci hanno lasciato una testimonianza che difficilmente dimenticheremo, per la dignità e la compostezza per l’apertura verso l’altro. Grazie per l'insegnamento di civiltà che stiamo ricevendo”. Il Presidente ha chiuso il suo intervento ricordando una frase cara a Eleonora Cantamessa e che lei ripeteva spesso: “La vita sta tutta nel come la guardi”. Il papà e la mamma di Eleonora hanno chiesto la parola per un breve ringraziamento. “Chiedo che il suo esempio non sia dimenticato – ha detto in particolare mamma Mariella– L’avete conosciuta tutti per come l’hanno descritta le cronache dei giornali: vi assicuro che era proprio così, sempre disponibile e pronta ad aiutare gli altri”. Molto emozionati, Jacopo Caccia, accompagnato dal nonno Carlo, e Nicola Bertasa hanno semplicemente ringraziato il Consiglio regionale per il riconoscimento che ha voluto dare loro dicendo solo che “non abbiamo pensato a conseguenze. L’abbiamo fatto d’istinto, col cuore e questo ci basta”. Insieme a loro i sindaci di Cazzano S. Andrea, Albina Vian e di Casnigo, Giacomo Aiazzi. “Vogliamo celebrare il gesto di questi due giovani ragazzi che hanno aiutato due giovani in pericolo, mettendo a rischio la loro vita – ha sottolineato il presidente Cattaneo - Una testimonianza importante, non banale. Spesso dei giovani si dà un ritratto ingeneroso. Questi due ragazzi ci dimostrano che non è solo così”. I fatti e le motivazioni dei riconoscimenti Eleonora Cantamessa, quarantaquattro anni, figlia di una famiglia storica di Trescore, lascia quattro ‘figli’: sono i bambini adottati con ‘Save the children’. Una discopatia le aveva impedito di entrare in ‘Medici senza frontiere’. Il padre Mino, insegnante alle scuole medie e poi al liceo, assessore democristiano. Mamma Mariella ha insegnato a generazioni di scolari delle elementari. Il fratello Luigi, ingegnere, recentemente è stato nominato Direttore generale della Fondazione Ferrovie dello Stato. Dopo il Liceo scientifico a Trescore, laurea con lode e specializzazione in ostetricia e ginecologia a Brescia, Eleonora si divide fra l’ambulatorio a Trescore e la Clinica Sant’Anna di Brescia, sempre a disposizione delle associazioni di volontariato. È morta tragicamente mentre prestava soccorso a un ferito in una rissa la sera di domenica 8 settembre, a Chiuduno in provincia di Bergamo. La donna quando ha visto la persona a terra si è fermata cercando in tutti i modi di aiutare l'uomo gravemente ferito a sprangate. Mentre è china su di lui e cerca di prestargli soccorso, viene investita da un auto guidata dal fratello dell’uomo che Eleonora stava cercando di aiutare e per il quale ha perso la vita. Motivazione alla consegna della targa: “Come riconoscimento per il gesto eroico compiuto con il sacrificio della propria vita mentre tentava di salvare quella di un uomo gravemente ferito. Eleonora, donna generosa che non si è mai risparmiata e ha dedicato la propria vita agli altri”. Jacopo Caccia e Nicola Bertasa, nella serata di sabato 7 settembre, vedono un’auto con a bordo Giordano Lanfranchi, 24 anni e la sua fidanzata Stefania Pacchiana, 22 anni, schiantata contro una casa sulla strada tra Gandino e Cazzano Sant'Andrea, nella Bergamasca. Incastrati nel veicolo che si è ribaltata su un fianco, Lanfranchi e Pacchiana sono feriti e sotto choc e rischiano di morire bruciati se non fosse per l’intervento di Jacopo e Nicola. I ragazzi si fermano per prestare soccorso e, senza perdere tempo, estraggono i malcapitati dall’auto che li a poco prende fuoco. Jacopo Caccia: 18 anni vive con i nonni a Cazzano S.Andrea, lavora in una ditta di progettazione e costruzione stampi a Casnigo. Nicola Bertasa: 20 anni, di Casnigo, lavorava come imbianchino prima che la ditta chiudesse lasciandolo a casa. Nicola non è nuovo a gesti di altruismo: tempo fa aveva soccorso e tratto in salvo in una piscina una donna e il suo bambino che erano in difficoltà. Riconoscimento civico a Jacopo Caccia e Nicola Bertasa che nella serata di sabato 7 settembre 2013 senza esitare hanno prestato soccorso ai passeggeri di un’auto finita fuori strada, estraendoli dalle lamiere poco prima che il veicolo si incendiasse. Motivazione alla consegna della targa: “Quale riconoscimento per il coraggio e l’altruismo dimostrati rischiando la propria vita per salvare due persone in grave pericolo”. Continua >

Una delegazione serba in visita al Consiglio regionale
24-09-2013
Milano, 24 settembre 2013 – Milano, 24 settembre 2013 – Il Presidente del Consiglio regionale, Raffaele Cattaneo, ha incontrato questa mattina una delegazione della Repubblica di Serbia in visita a Palazzo Pirelli. Erano presenti Zoran Adjekovic, deputato del Parlamento nazionale e Presidente dell’Assemblea Ferrovie dello Stato, Zoran Mladenovic, sindaco di Srbobran, Emil Milovan, Presidente Associazione Expo Italia Milano, Viliam Milovan, Vicepresidente Associazione Expo Italia Milano, Djordje Joksic, Ceo Media Belgrado. “La Lombardia mantiene forti e saldi i rapporti con la Serbia, Paese che ha anche aderito ad Expo 2015 – ha spiegato nel corso del vertice il Presidente Cattaneo –. La nostra Regione è la prima realtà italiana nell’interscambio con la Serbia, con 374 milioni di euro nelle esportazioni e 324 milioni nell’import”. Poche settimane fa l’assessore alle Attività produttive Mario Melazzini ha sottoscritto una dichiarazione congiunta sull’importanza delle Regioni nell’Unione europea, stabilendo una collaborazione con la Provincia Autonoma di Vojvodina nei campi dell’innovazione, delle tecnologie e dell’energia. Italia e Serbia hanno firmato nello stesso mese il Primo protocollo esecutivo di cooperazione scientifica e tecnologica che prevede anche un progetto tra Università di Milano e Istituto di Tecnologia dell’Alimentazione di Novi Sad collegato ad Expo. Già nel 2009 Regione Lombardia aveva siglato un memorandum di intesa con il Governo della Repubblica di Serbia per la cooperazione in diversi ambiti tra cui industria, commercio, servizi, energia, ambiente, infrastrutture, formazione e sanità. “Questo incontro – ha concluso Cattaneo - conferma la volontà e l’impegno a proseguire sulla strada di una collaborazione tra i nostri territori”. Continua >

Sanitá: "Nessuna paura di cambiare con i principi del modello lombardo"
24-09-2013
Milano, 23 settembre - "È positivo che sul tema della riforma della sanità ci siano tante proposte che arrivano da più parti: sono tutti contributi utili che andranno affrontati nelle sedi istituzionali" lo ha detto il Presidente del Consiglio regionale della Lombardia Raffaele Cattaneo che è intervenuto al 'Focus on: riordino rete ospedaliera e sinergie con il territorio'. Continua >

“L’invecchiamento attivo come politica di welfare”
24-09-2013
Milano, 23 settembre 2013 – Per l’Unione Europea il 2012 era l’“Anno europeo dell’invecchiamento attivo e della solidarietà tra generazioni”. L’obiettivo era duplice: da un lato incoraggiare e sollecitare gli amministratori pubblici ad intraprendere azioni per migliorare la possibilità di invecchiare restando “attivi”; dall’altro, potenziare la solidarietà tra generazioni. Contemporaneamente si doveva sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema della valorizzazione delle persone “nell’arco di tutta la vita” perché “risorse per la società”. Da questi presupposti è nata, per iniziativa dell’Ufficio di Presidenza del Consiglio regionale, la ricerca Eupolis Lombardia “L’invecchiamento attivo come politica di welfare”, presentata oggi a Palazzo Pirelli. Plaudendo all'iniziativa in quanto il tema permette di "approfondire i contenuti e i temi su cui siamo chiamati a deliberare - ha detto il Presidente Raffaele Cattaneo introducendo i lavori - Abbiamo il dovere di conoscere a fondo i fenomeni su cui siamo chiamati a intervenire I dati presentati - ha affermato Cattaneo -. fanno riflettere: a partire dall'innalzamento dell'aspettativa di vita che, come è evidente, dipende anche dalla qualità del nostro sistema sanitario. Il modello di riferimento non è cambiato ed è necessario proseguire sulla strada dei principi guida che fanno parte anche del nostro Statuto: la centralità della persona, la sussidiarietà, la libertà di scelta, nella direzione di quella che nei Paesi anglosassoni è chiamata 'big society'". La sessione ha visto gli interventi del prof. Alessandro Rosina dell’Università Cattolica di Milano (che ha parlato di “Più longevi ma non più sani”), della prof.ssa Anna Ponzellini di “Apotema” (intervenuta sul tema “Prolungare la vita lavorativa. Problemi e politiche”) e con le testimonianze di rappresentanti di AUSER Milano e Associazione Nestore. Per il Presidente della Commissione consiliare Sanità, Fabio Rizzi, “l’anziano va sempre più considerato una risorsa per la società e non un peso, e a confermarcelo con dati e riscontri concreti lo è anche la ricerca presentata oggi: dobbiamo quindi sviluppare politiche nuove – ha aggiunto - che nel considerare la sfera dell’anziano non tengano più conto solo dell’aspetto sanitario e assistenziale, ma anche di possibilità e opportunità che guardino all’anziano come soggetto attivo. Per gli anziani malati e che necessitano di cura sanitarie particolari, invece – ha concluso Rizzi - occorre promuovere maggiori strumenti di conciliazione tra lavoro e famiglia affinchè l’anziano possa restare il più lungo possibile a carico e in contatto diretto con il proprio ambito familiare”. La Vicepresidente del Consiglio regionale, Sara Valmaggi, concludendo i lavori, ha rimarcato che ““il convegno di oggi ha fatto emergere la necessità da parte del legislatore di politiche urgenti e concrete per promuovere e agevolare l’utilizzo di risorse preziose per la società come lo sono a tutti gli effetti coloro che, pur in età pensionabile, hanno ancora le caratteristiche per svolgere una vita attiva. Dobbiamo però conciliare questo aspetto – ha sottolineato la vicepresidente Valmaggi - con quello della cura e dell’assistenza delle persone non autosufficienti, i cosiddetti grandi anziani, consapevoli che l’aumento della prospettiva di vita comporta di conseguenza anche maggiori attenzioni sia come durata temporale delle prestazioni assistenziali che come diversificazione della tipologia di cura”. Ai lavori del seminario ha portato i suoi saluti anche l’assessore alla Sanità, Mario Mantovani, che si è soffermato sulla necessità di “scelte culturali” per affrontare in maniera concerta una realtà sempre più presente nella società lombarda. La ricerca Di fronte al progressivo invecchiamento della popolazione in Europa e in Italia, causato da un forte declino della natalità e da un concomitante aumento della speranza di vita, il tema degli “anziani attivi” ha assunto un’importanza crescente in diversi ambiti: lavorativo, previdenziale, sanitario, sociale, economico. “Invecchiamento attivo”, riporta la ricerca Eupolis, significa invecchiare in buona salute, partecipare appieno alla vita della collettività e sentirsi più realizzati nel lavoro. In poche parole vuol dire essere più autonomi nel quotidiano e più impegnati nella società. Nella graduatoria delle macroregioni europee, la popolazione complessiva della Lombardia si colloca al quinto posto, preceduta soltanto da Renania Westfalia, Baviera, Ile de France e Baden Wurttennberg. Circa un quinto (2.041.000 nel 2012) ha più di 65 anni e dal 1985 sono cresciuti in media di 35 mila unità all’anno (più 90% nel complesso). Il 45% (più 336 mila) ha un’età compresa tra i 65 e i 74 anni e si stima che nei prossimi trent’anni aumenteranno di circa 1,4 milioni di unità (più 68% nel periodo 2012-2041). Le donne sono nel complesso più degli uomini (poco più di 300.000 unità) ma la loro crescita relativa è stimata attorno al 57%). Nel 2041 si prevede che gli over 65 lombardi residenti saranno circa 550 mila in più, 292 mila con un’età compresa tra i 65 e i 69 anni, il resto tra i 70 e i 74 anni d’età. La ricerca stima che nel 2040 un maschio 65enne avrebbe mediamente un’aspettativa di vita di altri 22,2 anni, la donna 26 anni. Nel 2011 gli over 65 che vivevano in coppia (senza figli) erano il 44,9% mentre viveva da solo il 28,1%. Tra gli ultra ottantenni il 55,2% viveva da solo, il 23,2% in coppia senza figli. Dato curioso, essi stessi hanno risposto che in fatto di salute stavano “né bene né male” il 49,7%, “bene o molto bene” il 36,8% e solo il 13,5% “male o molto male”. Simile la classifica per gli ultraottantenni anche se con percentuali un po’ modificate: “né bene né male” il 55,7%, “bene o molto bene” il 23%, “male o molto male” il 22,3%. Sempre considerando le persone con più di 80 anni, si stima che in Lombardia passeranno dal mezzo milione di oggi ad oltre 1,5 milioni nel 2050. Conclusioni Davanti a questi dati, a partire da ora una vita lavorativa lunga sarà un elemento costante delle “biografie individuali”, sostiene la ricerca Eupols. Ciò comporterà necessariamente un adattamento della cultura di tutta la società per promuovere progetti personali di vita con un orizzonte lavorativo più ampio e più articolato, auspicando – è stato sottolineato più volte – anche un sistema lavorativo più flessibile in fatto di orari e di tempi. Una vita lavorativa più lunga comporterà anche una nuova idea di welfare che superi la “vecchia” tripartizione del ciclo di vita “studio-lavoro-pensione” per considerare invece inevitabile la sovrapposizione e l’alternanza di “formazione/lavoro” e di “lavoro/cura”. Sarà compito delle politiche delle amministrazioni pubbliche – suggerisce Eupolis - traghettare le loro società verso questo cambiamento. In particolare potrebbe essere compito delle Regioni farsi carico di promuovere campagne di sensibilizzazione; dare supporto a progetti di vita lavorativa di “anziani attivi” con politiche come aggiornamenti continui, mobilità verso altre mansioni o altre professioni; trovare forme parziali di integrazione al reddito per i periodi di congedo dal lavoro per cure, studio, riposo o cambiamento di lavoro. Soprattutto intensificare le politiche per la conciliazione attraverso servizi e aiuti che abbiano “come target la coppia grande-anziano-non autosufficiente/lavoratrice ultra 55enne”. Continua >

Concorso per le scuole nel X anniversario del Giorno del ricordo
24-09-2013
Milano, 23 settembre 2013 – Un concorso per le scuole in occasione del Decimo anniversario del Giorno del ricordo. È quanto deliberato oggi dall’Ufficio di presidenza che intende ricordare la solennità civile nazionale istituita nel 2004 e promossa dal Consiglio regionale della Lombardia con la legge regionale del 14 febbraio 2008 “per l’affermazione dei valori del ricordo del martirio e dell’esodo giuliano-dalmata-istriano”. La Commissione giudicatrice (composta dal Presidente del Consiglio regionale Raffaele Cattaneo, dai consiglieri Luca Daniel Ferrazzi e Paola Macchi, dai componenti dell’Associazione nazionale Venezia Giulia e Dalmazia Sissy Corsi e Antonio Maria Orecchia, e del rappresentante dell’Ufficio scolastico regionale, Marcella Fusco) si è insediata venerdì 20 settembre e ha steso i contenuti del bando del concorso regionale rivolto agli studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado della Lombardia. Il tema del concorso per l’anno scolastico 2013-2014 è: “10 anni di “Giorno del ricordo: la memoria delle foibe e dell’esodo raccontati dai libri di storia, dalla televisione, dai giornali e dai nuovi media”. Gli elaborati potranno spaziare dal tema alla ricerca, dal canto alla poesia, dallo spot al cortometraggio, dallo striscione al sito web fino al musical: ogni forma artistica e letteraria è ammessa. Il bando completo verrà pubblicato a breve sul sito del Consiglio regionale. “L’iniziativa del Consiglio regionale, che si ripete dal 2008, quest’anno ha un particolare significato perché ricorre nel decimo anniversario dalla decisione del Parlamento di istituire il giorno del ricordo – spiega il presidente Cattaneo –. Il 10 febbraio è il giorno in cui tutto il Paese fa memoria della tragedia delle foibe. è importante non dimenticare ed è altrettanto importante che gli studenti delle scuole lombarde abbiano l’occasione di entrare nel merito di questi eventi attraverso un concorso che il Consiglio regionale intende promuovere con la partecipazione di molti istituti”. Ai vincitori un viaggio d’istruzione di due giorni (si svolgerà nel periodo marzo-giugno 2014) nelle terre della Venezia Giulia, dell'Istria e della Dalmazia, secondo un itinerario che comprende la visita al Sacrario di Redipuglia e alle foibe di Basovizza e Monrupino. LA SCHEDA DEL CONCORSO La partecipazione al concorso è aperta a tutti gli allievi degli Istituti Scolastici secondari di primo e secondo grado della Lombardia. La partecipazione può essere individuale (frutto dell’elaborazione di un singolo alunno) oppure di gruppo ( uno o più gruppi all’interno di una classe , intera classe o classi consorziate composte da non più di 35 alunni) Il totale degli studenti proclamati vincitori non potrà superare il numero di quaranta. Elaborati ammessi E' ammesso al concorso ogni tipo di elaborato realizzato nell'anno scolastico in corso in qualsiasi forma (tema, ricerca, spot, musica, canto, poesia, disegno, manifesto, striscione, sito web, musical, cortometraggio, ecc.), purché originale e pertinente al tema. In ogni caso, gli elaborati dovranno essere presentati con una delle seguenti modalità: - Supporto cartaceo; - Supporto informatico ( cd-rom, DVD, ecc.); - Video (VHS, formati digitali) Termini e modalità per la presentazione dei lavori Gli elaborati dovranno essere trasmessi per mezzo di raccomandata o per mezzo di posta elettronica certificata all’indirizzo protocollo.generale@pec.consiglio.regione.lombardia.it o essere consegnati a mano entro e non oltre le ore 12,00 del 20 gennaio 2014 a: Protocollo Generale del Consiglio regionale della Lombardia: Via Pirelli, 12 – 20124 Milano Orario di apertura al pubblico: - dal lunedì al giovedì: 9,00/12.00 - 14,00/16,30 - venerdì: 9,00/12,00 I plichi dovranno specificare all'esterno: "Concorso ex L.R. 14 FEBBRAIO 2008, n. 2. Scuola secondaria di primo oppure secondo grado Elaborato individuale oppure Elaborato di classe/ gruppo " Ai lavori dovrà essere obbligatoriamente allegata, in busta chiusa, una scheda, sottoscritta dall'insegnante coordinatore e dall'autore/i se maggiorenne/i, contenente: - nome e cognome dell'autore/i, ovvero indicazione precisa della classe con l'indicazione nominativa degli allievi; - denominazione esatta, indirizzo completo, mail e telefono della scuola; - nome e cognome dell'insegnante/i coordinatore dei lavori, e suo recapito telefonico; - liberatoria all'utilizzo del lavoro da parte del Consiglio regionale della Lombardia e dell'Associazione nazionale Venezia Giulia e Dalmazia (ANVGD). Ogni plico dovrà contenere un solo elaborato Graduatorie La Commissione esaminerà e valuterà gli elaborati, formando tre graduatorie: 1) elaborati di gruppo/classe; 2) elaborati individuali scuole secondarie di primo rado; 3) elaborati individuali scuole secondarie di secondo grado; Premiazione La proclamazione dei vincitori è effettuata in Consiglio regionale in occasione della cerimonia del “Giorno del Ricordo” che si tiene il 10 febbraio. Gli autori dei migliori elaborati individuali e di gruppo, in numero non superiore a quaranta, e i loro accompagnatori, parteciperanno ad un viaggio di istruzione di due giorni nelle terre della Venezia Giulia, dell'Istria e della Dalmazia, secondo un itinerario che comprende la visita al Sacrario di Redipuglia e alle foibe di Basovizza e Monrupino. Il viaggio di istruzione si svolgerà nel periodo marzo-giugno 2014 in una data da concordare con le scuole vincitrici. Informazioni Le scuole che necessitassero di ulteriori informazioni o chiarimenti o intendessero comunicare in anticipo la volontà di partecipare al bando possono rivolgersi a: • Consiglio regionale della Lombardia, Ufficio Relazioni con il pubblico, dott. Andrea Ferrari, tel. 02-67482777 - 02-67482817e- mail urp@consiglio.regione.lombardia.it • Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia, Via Serra Leopoldo, 32 - 00153 Roma (RM) tel. 06-5816852, e-mail info@anvgd.it

“Innovazione attraverso la capacità d’iniziativa delle realtà del territorio”
30-09-2013
Varese, 30 settembre 2013 - "Sono lieto di partecipare oggi all'implementazione di una tecnologia, la prima in Lombardia e la seconda in Italia, che introduce un'innovazione importante nel sistema dell'accoglienza e della cura al paziente". Lo dichiara il Presidente del Consiglio regionale Raffaele Cattaneo che questa mattina ha partecipato alla presentazione del nuovo sistema di amplificazione magnetica nel reparto di Audiovestibologia dell'ospedale di Circolo di Varese. Il nuovo sistema, frutto della collaborazione tra il Pio Istituto sordi e la Fondazione audiologica di Varese, permette ai pazienti affetti da sordità di percepire i suoni e le comunicazioni del personale di reparto, con la possibilità di seguire l'audio dei televisori installati in sala. "Si tratta di una nuova tecnologia - ha detto Cattaneo - che migliorerà la qualità del servizio offerto: a Varese oggi troviamo un ulteriore segno concreto dell'innovazione e dell'eccellenza del nostro sistema sanitario che si arricchisce della forza e della capacità d'iniziativa delle realtà che sono presenti sul territorio, come Aguav e Fav". Continua >

Archivio News marzo 2017
Archivio News marzo 2016
Archivio News novembre 2015
Archivio News giugno 2015
Archivio News marzo 2015
Archivio News febbraio 2015
Archivio News gennaio 2015
Archivio News dicembre 2014
Archivio News novembre 2014
Archivio News ottobre 2014
Archivio News settembre 2014
Archivio News luglio 2014
Archivio News giugno 2014
Archivio News aprile 2014
Archivio News marzo 2014
Archivio News febbraio 2014
Archivio News gennaio 2014
Archivio News dicembre 2013
Archivio News novembre 2013
Archivio News ottobre 2013
Archivio News settembre 2013
Archivio News agosto 2013
Archivio News luglio 2013
Archivio News giugno 2013
Archivio News maggio 2013
Archivio News aprile 2013
Archivio News marzo 2013
Archivio News febbraio 2013
Archivio News gennaio 2013
Archivio News ottobre 2012
Archivio News settembre 2012
Archivio News agosto 2012
Archivio News luglio 2012
Archivio News giugno 2012
Archivio News maggio 2012
Archivio News aprile 2012
Archivio News marzo 2012
Archivio News febbraio 2012
Archivio News gennaio 2012
Archivio News dicembre 2011
Archivio News novembre 2011
Archivio News ottobre 2011
Archivio News settembre 2011
Archivio News agosto 2011
Archivio News luglio 2011
Archivio News giugno 2011
Archivio News maggio 2011
Archivio News aprile 2011
Archivio News marzo 2011
Archivio News febbraio 2011
Archivio News gennaio 2011
Archivio News dicembre 2010
Archivio News novembre 2010
Archivio News ottobre 2010
Archivio News settembre 2010
Archivio News agosto 2010
Archivio News luglio 2010
Archivio News giugno 2010
Archivio News maggio 2010
Archivio News aprile 2010
Archivio News marzo 2010
Archivio News febbraio 2010
Archivio News gennaio 2010
Archivio News dicembre 2009
Archivio News novembre 2009
Archivio News ottobre 2009
Archivio News settembre 2009
Archivio News agosto 2009
Archivio News luglio 2009
Archivio News giugno 2009
Archivio News maggio 2009
Archivio News aprile 2009
Archivio News marzo 2009
Archivio News febbraio 2009
Archivio News gennaio 2009

  • Scrivimi

Credits